Condividi sui Social

Rubrica ⇒ Progettare in 3D

PROGETTARE IN BIM/3D 

Negli ultimi anni la progettazione ha subito una profonda evoluzione convincendo sempre più progettisti a passare dalla modellazione 2d ad una progettazione tridimensionale.

Le attuali dinamiche progettuali, molto più complesse articolate, hanno richiesto una ottimizzazione dei tempi di progetto, migliorando soprattutto la qualità del prodotto finale.

Il processo di gestione del progetto è diventato sempre più efficace ed efficiente, riducendo i tempi di attesa, migliorando quindi la velocità di elaborazione, e consentendo un controllo più accurato e preciso dei dati.

Attraverso la modellazione 3d è possibile visualizzare un’anteprima del modello da realizzare, consentendo una verifica strutturale ed architettonica molto dettagliata, che escluda possibili problemi o interferenze.

Questo consente di apportare modifiche in fase di progettazione, prima di passare alla fase realizzativa, evitando imprevisti che possono pregiudicare la qualità e la sicurezza dei lavori, con conseguente riduzione di tempi e costi.

La modellazione 3d si rivela, inoltre, un ottimo strumento di comunicazione che consente di mostrare il risultato finale, attraverso foto realistiche di interni ed esterni, e video animati che danno vita al progetto rendendolo sempre più reale.

La progettazione 3d oggi ha subito delle evoluzioni passando dalla mera rappresentazione grafica fatta di foto e rendering, ad una modellazione che evidenzia le funzionalità e le prestazioni di un oggetto o di un edificio in progetto.

Un nuovo metodo di progettazione che prende il nome di BIM, acronimo di “Building Information Modeling”, che tradotto significa “Modello di Informazioni di un Edificio”.

Il BIM è uno strumento che rivoluziona il modo di progettare, ponendo l’attenzione non solo sulle informazioni tecniche e grafiche di un oggetto (altezza, larghezza, spessore, superficie, ecc…) ma anche le funzionalità e le prestazioni come ad esempio la trasmittanza termica, lo studio della luce solare, l’isolamento acustico, ecc…

Quindi un unico modello che comprende tutte le fasi della progettazione, da quella strutturale e architettonica, fino ad arrivare ad una progettazione più ampia che abbraccia aspetti impiantistici, energetici e gestionali.

Dal 01/01/2019 il BIMviene inserito nel codice dei contratti pubblici, diventando obbligatorio per lavori complessi realtivi a opere di importo a base di gaara pari o superiore a 100 milioni di euro.

Il nuovo codice dei contratti, decreto Legislativo 50/2016,  ha recepito il Decreto BIM, previsto dal Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti 1 Dicembre 2017, n. 560

Galleria fotografica di un intervento progettato in 3d

 

Nel Video: Modellazione 3d con drone virtuale

Riporto di seguito il link alla galleria lavori presente nel mio sito, nella quale ho pubblicato diverse soluzioni architettoniche elaborate con l’ausilio dello strumento BIM / 3d

Galleria fotografica Progetti 3d

E tu cosa pensi del progetto BIM/3d?

Lascia un commento e fammi sapere cosa ne pensi.


Condividi sui Social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.